venerdì 1 marzo 2019

LETTERE DA ALCATRAZ di padre Gabriele Rossi

      Ospito volentieri alcune lettere del sacerdote religioso, padre Gabriele Rossi, sospeso a divinis dai suoi superiori maggiori, a causa di alcune sue valutazioni critiche su diversi aspetti del magistero di Papa Bergoglio.
   Egli scrive dalla sua condizione di "prigionia canonica" anche per dare voce ad altri sacerdoti e religiosi che si trovano in condizioni simili alle sue.






Dagli Atti degli Apostoli (4,19-20)
       Ma Pietro e Giovanni replicarono [ai capi del popolo e agli anziani]: «Se sia giusto dinanzi a Dio obbedire a voi invece che a Dio, giudicatelo voi. Noi non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato».



1. Ecco tutti i miei "dubia" di prete e religioso

https://www.aldomariavalli.it/2019/01/16/ecco-tutti-i-miei-dubia-di-prete-e-religioso/



2. Lettera aperta a Benedetto XVI.
Io, prete sospeso a divinis, dico: Superiori miei carissimi, svegliatevi!

https://www.aldomariavalli.it/2019/04/18/io-sacerdote-sospeso-a-divinis-dico-superiori-miei-carissimi-svegliatevi/




Nessun commento:

Posta un commento